Cloud home

Il laboratorio di musica e percussioni ha il ruolo principale di insegnare a bambini e ragazzi le basilari conoscenze del ritmo e del movimento del corpo, la socialità dello stare insieme agli altri in un obiettivo comune e artistico.

Il laboratorio contiene una prima fase in cui il corpo è chiamato a muoversi nello spazio e nel tempo in maniera coordinata e musicale, e una seconda fase in cui si prende confidenza con gli strumenti a percussione.

Durante il corso gli allievi impareranno le basi ritmiche della musica in maniera semplice e intuitiva, applicando poi queste competenze nell’esecuzione di uno o più brani musicali.

 

 

 

Ambito:

Il laboratorio è rivolto a bambini e adolescenti anche senza alcuna capacità musicale iniziale, per un massimo di 15 elementi divisi in classi di età omogenee.

 

 

Finalità:

  • Acquisire maggiore consapevolezza di sé attraverso l'uso del corpo, della voce, di strumenti musicali.

  • Sviluppare il pensiero pratico come base per il pensiero logico.

  • Porre in relazione tempo - spazio – corpo.

  • Sviluppare la capacità di ascolto.

  • Relazionarsi con gli altri secondo principi di socialità, rispetto e collaborazione reciproca.

  • Apprendere le nozioni base del linguaggio musicale.

  • Eseguire brevi brani vocali e strumentali.

  • Individuare possibilità di espressione corporea.

  • Condividere momenti ed emozioni insieme agli altri.

  • Imparare alcuni dei ritmi tradizionali afro-brasiliani e l'uso degli strumenti a percussione (forniti dall'insegnante)

 

 

Contenuti:

  • Giochi ritmici e di coordinazione psico-motoria.

  • Movimento nello spazio.

  • Melodia e Percussione corporale.

  • Basi della ritmica afro-brasiliana.

  • Base di tecnica dello strumento a percussione.

 

 

Metodologia:

Il metodo B.A.P.N.E. di apprendimento consiste nel mettere in relazione gesto, ritmica, cantato

e movimento con giochi ed esercizi propedeutici all’apprendimento della musica.

Il metodo nasce dall’esperienza scientifica sviluppata nell’ambito dell’etnomusicologia e della musicoterapia.

Musica, danza e neuroscienza si fondono in questa metodologia ormai consolidata nelle università estere per proporre un diverso approccio agli allievi di qualsiasi età.

Fondamentale è lo sviluppo delle “intelligenze multiple” che migliorano i collegamenti sinaptici tra le aree del cervello che governano il movimento, l’ascolto, le relazioni con l’ambiente e le persone, il canto, la memoria e l’attenzione.

Tutti gli esercizi proposti vengono affrontati in maniera graduale, per mettere gli allievi a proprio agio e per permettere a corpo e mente di organizzare sequenze spesso molto complesse.

Insegnare la musica col metodo classico accademico comporta un’enorme dispersione di allievi che spesso non si sentono all’altezza delle aspettative dei loro insegnanti.

Con la metodologia B.A.P.N.E. si impara la musica sotto forma di gioco nella logica di massima inclusione sociale, secondo il principio che si può stare dentro un gruppo a qualsiasi livello facendo la propria parte in maniera serena e gioiosa.

Creato da Mirko Bonini